venerdì 26 marzo 2010

Ricordo di MOUGINS, borgo medioevale provenzale






























Mougins è un magnifico paesino arrotolato a forma di conchiglia nell’entroterra di Cannes dove è possibile godere tutto il romanticismo e la tranquillità di un tipico borgo medioevale provenzale.
È l’ammirevole capacità dei francesi nel saper valorizzare i piccoli centri, che rende Mougins, uno dei luoghi più rinomati ed ambiti della Costa Azzurra.

Qua, ogni senso è appagato: l’ottima accoglienza in alberghi di lusso, hotel 4 stelle ed Hotel di charme, una tradizione culinaria, che rende questo luogo, una delle prime tre tavole di Francia, tra i più esclusivi percorsi swing per i patiti del Golf ed una serie di Atelier e Gallerie, che stimolano il visitatore, a percorrere un tragitto di rara raffinatezza.

Già in epoca romana, Mougins godeva di una certa importanza, dovuta alla vicinanza dell’antica via Aurelia.
Verso il XVIII secolo, questa zona godeva di una buona economia, ed è nel secolo XIX, che la vicinanza a Grasse, capitale dei profumi, fece di Mougins, uno dei centri più ricchi della regione.

Oggi le colture floreali sono quasi del tutto svanite, lasciando posto ad enormi parchi di dimore storiche, destinate ad accogliere il jet set internazionale proveniente dalla vicina Cannes.
È verso gli anni 50, che si viene a creare un particolare interesse turistico, artistico e gastronomico.

lunedì 8 marzo 2010

Una passeggiata a Lovere (Lago d'Iseo)

























Lovere è una signorile cittadina dell’alto lago.
Bellissimo centro di villeggiatura allo sbocco della Valle Canonica e Cavallina.
A Lovere è bello passeggiare sul lungolago, tra giardinetti e alberi osservando l’opposta costa bresciana e le cime dell’Adamello.
Nelle ore più fresche della sera, i numerosi bar di Piazza XIII Martiri si popolano di visitatori in cerca di relax. Il centro storico, illuminato da lampioncini è il luogo ideale per passeggiare e scoprire antiche testimonianze della medioevale città fortificata: la Torre degli Alghisi dai massicci muri in pietra, la Torre Soca e la Torricella sormontata da una croce, la Torre Civica in Piazza Vittorio Emanuele testimone dell’antico castello costruito dalla famiglia dei Celeri nel XII sec.
Durante le ore più calde del giorno, ci si può rinfrescare nelle piscine del lido che sorge a poche centinaia di metri dal porticciolo turistico. Sul lungolago si notano palazzi eleganti, come il Palazzo Gregorini del 1500 con portico e loggietta al secondo piano, Palazzo Marinoni, Villa Milesi, Palazzo Tadini, oggi Pinacoteca Tadini, dove sono esposte centinaia di opere d’arte.
Palazzo Bazzini del XVI sec., si trova vicino la Parrocchiale e presenta un bel portale d’ingresso in pietra di Sarnico che immette nel portico interno. La pianta a forma di U rivolge il lato aperto verso il lago. E’ evidente che Lovere ha conosciuto un periodo di floridezza economica. Nel XV sec. sotto il dominio della Serenissima Repubblica di Venezia si esportava oltre i confini italiani, soprattutto nell’area germanica, il panno grezzo di lana qui prodotto. Le donazioni dei facoltosi loveresi contribuirono alla realizzazione di notevoli edifici religiosi.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...